Chi siamo

Siamo un’associazione politica e culturale di donne che ha al centro della propria azione la relazione e la continuità genealogica fra donne, per valorizzare la soggettività femminile e affermarne la libertà.

L’associazione, nata dall’UDI (Unione Donne Italiane) di Palermo fondata nel Gennaio 1945, è composta dal Centro di Consulenza Legale, fondato nel 1982 e dalla Biblioteca delle Donne, nata nel 1987 come luogo -fisico e simbolico- di pensiero e parola femminili.

Il Centro di Consulenza Legale è stato costituito per rispondere alla richiesta di aiuto da parte di donne con pressanti problemi di famiglia, lavoro o vittime di maltrattamenti o violenze. Opera dal 1992 in collaborazione con l’Associazione Le Onde e, attraverso il Centro di accoglienza, è collegato con le strutture socio-sanitarie dei quartieri della città, con i consultori familiari, gli assistenti sociali, gli psicologi ed i servizi di neuropsichiatria infantile operanti nelle A.S.L. Il Centro si avvale dell’impegno professionale di avvocate penaliste e civiliste e svolge attività di consulenza settimanale gratuita.

La Biblioteca delle Donne è nata come luogo di valorizzazione e conservazione dei percorsi culturali e politici delle donne. Unica biblioteca delle donne in Sicilia, al suo interno ospita l’Archivio dell’Unione Donne Italiane, riconosciuto patrimonio storico nel 2009. La Biblioteca svolge una costante attività di promozione politico-culturale consistente in:

  • presentazioni di libri, incontri con scrittrici, convegni

  • realizzazione di seminari su storia, cultura e politica delle donne

  • corsi di formazione per insegnanti

  • pubblicazione di testi che raccolgono le esperienze prodotte

  • mostre e rassegne.

Contatti

Sede: via Lincoln, 121 - 90133 Palermo - tel.0916170026


La Biblioteca è aperta:

Lunedì ore 9.00-13.00 e 15.00-19.00 - Martedì ore 9.00-13.00 - Giovedì ore 9.00-17.00 nuovo orario continuato

Lunedì 23 nel pomeriggio la biblioteca sarà chiusa per partecipare alle manifestazioni del trentennale della strage di Capaci

Per informazioni sui testi della biblioteca consulta:

Libr@rsi, il Polo SBN della Biblioteca Comunale di Palermo e biblioteche collegate http://librarsi.comune.palermo.it


Il Centro di consulenza legale riceve il Martedì dalle 16.00 alle 19.30

per appuntamenti telefonare 091 327973 - 3404006989

Fuori la guerra dalla storia!

Parole Pensieri Corpi per la Pace

Abbiamo deciso di sospendere la prossima domenica, 22 maggio, il presidio di pace alla Statua della Libertà per partecipare alle manifestazioni che si svolgeranno per il trentennale della strage di Capaci.

Ricordare Giovanni Falcone, Francesca Morvillo e gli uomini della scorta, brutalmente assassinati dalla mafia e non solo, è necessario per una società fondata sui valori della giustizia, della verità e della pace, messi oggi pesantemente in discussione dalla guerra in corso.

L’aveva capito bene Pio La Torre, quando denunciò con forza e lucidità che l’installazione dei missili a Comiso da parte degli Stati Uniti avrebbe trasformato la Sicilia in una portaerei nel Mediterraneo e avrebbe dato ulteriore spazio agli interessi mafiosi. Contro tale mortifera prospettiva creò un largo movimento di popolo per la pace e il disarmo e anche per questo venne barbaramente ucciso insieme a Rosario Di Salvo.

Il presidio di pace si farà ogni giovedì a partire dal 26 maggio, dalle 18.00 alle 20.00, alla Statua della Libertà:

- Per riaffermare gli strumenti della cultura e della diplomazia come uniche vie per la pace

- Perché si ponga fine alla guerra in Ucraina e ad ogni guerra nel mondo

- Perché si interrompa la corsa agli armamenti e la conseguente produzione di armi

- Per una Europa del disarmo e della pace

- Per sostituire alla logica della forza e del dominio la logica dell’attenzione e della cura

- Per realizzare un vero progresso umano fatto di coesistenza cooperativa

- Per la smilitarizzazione del nostro territorio con particolare riferimento alle basi di Niscemi e Sigonella

Dinanzi al monumento dedicato ai caduti di guerra continueremo a ribadire il nostro No ai caduti, eroi, martiri di guerra e riempiremo la piazza di corpi, parole e pensieri di vita e di pace!

Abbiamo cambiato il giorno e l’ora per permettere una più larga partecipazione.


UDIPALERMO - Le Rose Bianche - Donne CGIL Palermo - Coordinamento Donne ANPI - Associazione Donne Islamiche FATIMA - Emily - Donne Caffè filosofico Bonetti - Fidapa sez. Palermo Felicissima - sez. Mondello - LAB. ZEN 2 - Il femminile è politico - #governodilei - Donne no Muos no war - Le Onde - Arcilesbica